Vigneti

Dei 16 ettari su cui sorge la nostra cantina, 10 sono coltivati a pergola e spalliera, e sono suddivisi in due corpi, situati in due diversi comuni della Valpolicella Classica: Negrar e Sant’Ambrogio di Valpolicella.

A Negrar troviamo la Dama, il magnifico vigneto che generosamente ha sacrificato le sue viti per lasciare il posto alla cantina , il Cà Besi e il Corbellari, che combinano la giovinezza alla maturità rendendo le uve uniche e complementari, e Pozza Ferrara e Le Porte che donano con la loro saggezza carattere e robustezza ai vini.

A Sant’Ambrogio abbiamo il meraviglioso Colombarino situato in collina, e la sua posizione accarezzata dal sole e rivolta verso il lago di Garda lo rende luogo ideale di produzione di uve d’eccellenza.

Le Nostre Uve

Tutti i nostri vigneti producono uve autoctone, che sono espressione del territorio. Vengono raccolte a mano e ognuna di esse conferisce una diversa nota di sapore ai nostri vini: la Corvina dona eleganza, la Rondinella e il Corvinone sentori floreali e la Molinara sapidità, dando così origine a vini molto tipici… vini d’autore!

NEGRAR
45° 30’ 49” N; 10° 55’ 51” E ; 61000 m2; 180 mslm; argille poste
su detriti alluvionali; forma allevamento pergola;
densità viti 3500 p.te/ettaro:
qui siamo alle origini dell’Amarone e del Recioto della Valpolicella,
i vigneti ci riportano alla tradizione e alla storia di questa vallata dove l’uomo ha da sempre scelto questi luoghi per  la coltivazione della vite.
Qui si trovano i nostri vigneti storici, con più di 40 anni di età

Ca’ Besi

Da questo vigneto di 15 anni allevato a pergola veronese vendemmiamo  le uve per la produzione del Valpolicella classico superiore. Prende il nome dagli antichi proprietari del  fondo, i Conti Besi ,che proprio qui decisero di edificare la propria dimora.

La Dama

Il vigneto che ha prestato il nome alla nostra Azienda e sul quale la stessa sorge, ha un’età di 20 anni e da questo selezioniamo le uve per la produzione del Valpolicella Classico Superiore Ripasso. 

Le Porte

Vigneto con piante di 35 anni che delimita a sud la proprietà. E’ il nostro polmone per la produzione dell’uva Molinara, vitigno autoctono della Valpolicella il cui nome deriva dal vernacolo “Mulinara” (da Mulino), da attribuire al fatto che gli acini di quest’uva sono abbondantemente pruinosi tanto da sembrare quasi spolverati di farina.

Pozza Ferrara

Impiantato nel 1976, a pergola veronese con sesto 4,5 m X 1,2 m, rappresenta la tradizione viticola locale. I vitigni che lo occupano sono esclusivamente quelli autoctoni della Valpolicella (Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara).

Il Corbellari

Vigneto di circa 2 ettari, anno di impianto 1978, forma d’allevamento pergola veronese, terreno argilloso con abbondante scheletro bianco calcareo, di bassa fertilità, mediamente resistente alla siccità particolarmente vocato per la produzione di un grande vino rosso qual è l’ Amarone.     

Sant’Ambrogio di Valpolicella 45° 53’ 87” N; 10° 83’ 01” E 39000 m2; 350 mslm; esposizione ovest; terreno calcareo, argilloso ricco di scisti; forma allevamento guyot, densità viti 5000 p.te/ettaro

Colombarin

La sfrontatezza della collina che conosce bene i suoi pregi e i suoi valori. Baciato dal sole e dalla brezza del lago di Garda, immerso in un panorama che da solo è sinfonia d’autore, dona uve che creano note inconfondibili per vini di eccellenza.